Cerca:
Login: Password: Registrati
Ricorda password
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
CONTATTI
INCONTRI SENSIBILI
RETE DI SENSIBILI ALLE FOGLIE

Altre Culture
Analisi istituzionale
Cantieri di socianalisi narrativa
Diversamente abili
Fantascienza
Fantasy
Immigrazione
Istituzioni totali
L'evasione possibile
Lutto
Malattia
Narrativa sociale
Pedagogia
Poesia
Progetto memoria
Psichiatria critica
Ricerca sociale
Scenari di guerra
scuola
Servizio sociale
Stati modificati di coscienza
Storie di vita

L'AMBASCIATRICE DEI DRAGHI
Dettagli € 23,00

EVELINA E MARCELINO


Prezzo*: € 11,36 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Evelina e Marcelino, due bambini di strada, due storie. La prima si svolge a Messina, la seconda a Manaus, in Brasile.  Un vecchio cortile, due bambine e un vagabondo. Tra le mattonelle sconnesse e i muri scrostati, due monelline una siciliana e l’altra marocchina  giocano a fare le grandi tra barboni ubriachi che aspettano di passare la notte in una casa di accoglienza e andirivieni di macchine cariche di marocchini che vendono rose. Un mondo pieno di insiedie, nel quale José Calandrino scopre un complotto: un’iniziazione alla prostituzione. Desova, in portoghese, è la deposizione delle uova, il parto del pesce, della tartaruga. La nascita di una nuova vita. Nella storia di Marcelino desova è un corpo con le mani legate dietro la schiena, una pallottola in testa, la bocca piena di formiche. È l’espulsione dal corpo sociale di migliaia di meninos de rua, di marginali; è l’arma del controllo sociale. Marcelino, 21 anni, dieci passati tra strade di favelas, bocas de fumo, sale di tortura. Una vita di strada che ci racconta come vivono, tra ingenuità e violenza, loro, i bambini abbandonati  le pance gonfie, la colla da sniffare, la coscienza della morte  fuggiti da un’altra violenza, quella di una famiglia misera. Ci racconta di altri come lui accomunati da un foglio che gira nelle tasche dei poliziotti di periferia: un foglio con i loro nomi, una lista di chi è destinato ad essere ritrovato "con le formiche in bocca".




Torna alla homepage




PIVA: 03917011003 | Uso dei cookies