Cerca:
Login: Password: Registrati
Ricorda password
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
CONTATTI
Incontri Sensibili
RETE DI SENSIBILI ALLE FOGLIE

Altre Culture
Analisi istituzionale
Cantieri di socianalisi narrativa
Diversamente abili
Fantascienza
Fantasy
Immigrazione
Istituzioni totali
L'evasione possibile
Lutto
Malattia
Narrativa sociale
Pedagogia
Poesia
Progetto memoria
Psichiatria critica
Narrativa dal manicomio
Scrizioni ir-ritate
Ricerca sociale
Scenari di guerra
scuola
Servizio sociale
Stati modificati di coscienza
Storie di vita

L'AMBASCIATRICE DEI DRAGHI
Dettagli € 23,00

CINQUE GLOBULI ROSSI


Prezzo*: € 16,00 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

GIULIA SPADA

LUIGI SPADA


CINQUE GLOBULI ROSSI


La malattia è relazione in quanto esperienza. Il malato, dovendo rinegoziare se stesso nelle sue abitudini sociali e comunitarie, deve necessariamente fare un lavoro sui legami. Luigi, costretto in una stanza sterile, scrive alla figlia tredicenne attingendo ai personaggi della letteratura che li accomunano in quel momento e, reinventando se stesso, disegna il mondo che lo circonda. I protagonisti delle sue vignette – il malato, le persone che gravitano intorno a lui, il televisore, il frigo, le apparecchiature mediche – commentano la vita fuori dall’ospedale, le notizie del telegiornale, i fatti della politica interna ed estera. Giulia, che quelle lettere e quelle immagini riceve, in uno scambio di energie che si avvale di molti salti mortali per superare le barriere asettiche della distanza, impara a conoscere l’esperienza prima della malattia e poi della morte. Nel suo percorso di vita l’elaborazione personale si fa sociale e culturale, indirizzandone il cammino professionale. Questa relazione e le vignette, scrizioni ir-ritate proprio per l’esperienza estrema nella quale sono nate, sono qui proposte per valorizzarne il carattere di risorsa vitale.



GIULIA SPADA, laureata in antropologia culturale, si specializza prima in antropologia medica e poi in antropologia della morte. Sviluppa progetti inerenti al fine vita. Per queste edizioni ha pubblicato, con Annino Mele, Quando si vuole, 2016.


LUIGI SPADA (1945-2003), insegnante di educazione tecnica alle scuole medie di Cagliari e provincia, nel tempo libero si dedicava al riciclo creativo. Ha disegnato le vignette qui proposte durante il ricovero in ospedale, tra il 2002 e il 2003.



ISBN 978-88-98963-58-4

formato 17x24 cm

p. 144



Prodotti correlati
AVEVO SOLO LE MIE TASCHE
D'OGNI DOVE CHIUSI SI STA MALE
IL MANOSCRITTO DI AUGUSTA F.
MI VIENSE ALLORA UNO SPERIMENTO
Se io sono la lingua




Torna alla homepage




PIVA: 03917011003 | Uso dei cookies