Cerca:
Login: Password: Registrati
Ricorda password
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
CONTATTI
INCONTRI SENSIBILI
RETE DI SENSIBILI ALLE FOGLIE

Altre Culture
Analisi istituzionale
Cantieri di socianalisi narrativa
anziani
cooperative finanziarie
immigrazione
istituzioni post manicomiali
mondo del lavoro
ospedali
zingari
Diversamente abili
Fantascienza
Fantasy
Immigrazione
Istituzioni totali
L'evasione possibile
Lutto
Malattia
Narrativa sociale
Pedagogia
Poesia
Progetto memoria
Psichiatria critica
Ricerca sociale
Scenari di guerra
scuola
Servizio sociale
Stati modificati di coscienza
Storie di vita

L'AMBASCIATRICE DEI DRAGHI
Dettagli € 23,00

MEDICI SENZA CAMICE


Prezzo*: € 16,00 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Giuseppe Abbracciavento, Cristiano Alicino, Elisa Cennamo, Viviana Forte, Carla Gueli, Silvia Minguzzi, Alessandro Rinaldi, Dina Rossi, Cristina Tumiati, Nicola Valentino, Susanna Zecca


Medici senza camice

pazienti senza pigiama

socioanalisi narrativa dell'istituzione medica




Questo libro è il frutto di un cantiere di socioanalisi narrativa voluto da un gruppo di studenti di medicina e di medici specializzandi per indagare e raccontare i limiti dell’istituzione medica. L’esperienza di tirocinio ospedaliero, mettendoli a confronto con la pratica di spersonalizzazione dell’ammalato e con il rapporto gerarchico istituito dal corpo medico con le altre figure professionali dell’ambito sanitario, ha generato in loro malessere e insoddisfazione. Di qui l’esigenza di un confronto che ha aperto il cantiere anche ad alcuni operatori, impegnati in ambito sanitario con altri ruoli professionali, e persone interessate al tema, che svolgono attività estranee alla relazione di cura. La raccolta narrativa e la riflessione collettiva hanno individuato due grandi aree tematiche: i dispositivi della formazione medica e la forma istituita della relazione medico-paziente. Ci si è soffermati perciò sulle modalità della formazione dei medici al loro ruolo e all’identità di gruppo e ci si è interrogati sulla costruzione del paziente come oggetto passivo, osservando come questa modalità relazionale sia fonte di un malessere aggiuntivo per la persona ammalata. I partecipanti al cantiere, infine, hanno provato a immaginare parole nuove e momenti formativi autogestiti, orientati a relazioni di cura rispettose, paritarie e non passivizzanti. Relazioni che vedano protagonisti medici senza camice e pazienti senza pigiama.


Giuseppe Abbracciavento, medico; Cristiano Alicino, medico; Elisa Cennamo, medico; Viviana Forte, medico; Carla Gueli, insegnante; Silvia Minguzzi, studentessa di medicina; Alessandro Rinaldi, medico; Dina Rossi, fisioterapista; Cristina Tumiati, psicologa; Nicola Valentino, socioanalista; Susanna Zecca, medico.


ISBN 978-88-89883-79-2

PAG160




Prodotti correlati
BARELLE
PANNOLONI VERDI




Torna alla homepage




PIVA: 03917011003 | Uso dei cookies