Cerca:
Login: Password: Registrati
Ricorda password
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
CONTATTI
INCONTRI SENSIBILI
RETE DI SENSIBILI ALLE FOGLIE

Altre Culture
Analisi istituzionale
Cantieri di socianalisi narrativa
Diversamente abili
Fantascienza
Fantasy
Immigrazione
Istituzioni totali
L'evasione possibile
Lutto
Malattia
Narrativa sociale
Pedagogia
Poesia
Progetto memoria
Psichiatria critica
Ricerca sociale
Scenari di guerra
scuola
Servizio sociale
Stati modificati di coscienza
Storie di vita

L'AMBASCIATRICE DEI DRAGHI
Dettagli € 23,00

IL MANIFESTO DI PSICHE

Prezzo*: € 16,52   Siamo spiacenti, il prodotto non è al momento disponibile.

Richiedi avviso

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione

Per una psichiatria e una società senza farmaci

 .

Nei circuiti psichiatrici e, più in generale, nel sistema sanitario, vige oggi, sempre più forte, un tabù. È una fobia di massa, meglio definibile come psicologia. Consiste nella paura di prendersi cura della sofferenza di origine psichica senza prima spianare i sintomi con una generosa dose di sostanze chimiche, impropriamente chiamate psicofarmaci. Uno psichiatra che si prende cura anche di una crisi psicotica, senza prima trattare i sintomi con farmaci pesanti, è giudicato dai suoi stessi colleghi velleitario, confuso, "fuori di testa" o giù di lì. 

La tendenza è diffusa anche in altri settori della medicina, e mette seriamente in pericolo la libertà di autodeterminazione. Questo manifesto, che prima d'essere contro l'uso di psicofarmaci è per il rispetto di Psiche, richiama le premesse culturali e scientifiche di un modo più naturale ed avanzato di intendere la promozione della salute mentale. Denuncia la tossicodipendenza della cultura psichiatrica dominante.

Rivendica il diritto-dovere di poter lavorare in modo più umano, efficace ed economico.  Ed altro ancora. Quest'opera è anche un sintomo di un disagio personale e collettivo che non ha subito alcun lavoro di normalizzazione affinché sia il lettore a deciderne il significato, lasciando che risuoni con i suoi personali sintomi.

 

.

 

Bertali, Bertini e Segatori lavorano come psichiatri presso il dipartimento di Salute Mentale della ASS 2 Isontina, in qualche modo erede dell'esperienza di rottura iniziata a Gorizia, per opera di Franco Basaglia.  






Torna alla homepage




PIVA: 03917011003 | Uso dei cookies