Cerca:
Login: Password: Registrati
Ricorda password
Home page
Registrati
Profilo utente
I tuoi ordini
Il tuo carrello
Termini e condizioni
Offerte
Novità
CONTATTI
INCONTRI SENSIBILI
RETE DI SENSIBILI ALLE FOGLIE

Altre Culture
Analisi istituzionale
Cantieri di socianalisi narrativa
Diversamente abili
Fantascienza
Fantasy
Immigrazione
Istituzioni totali
L'evasione possibile
Lutto
Malattia
Narrativa sociale
Pedagogia
Poesia
Progetto memoria
Psichiatria critica
Ricerca sociale
Scenari di guerra
scuola
Servizio sociale
Stati modificati di coscienza
Storie di vita
Tecnologie

L'AMBASCIATRICE DEI DRAGHI
Dettagli € 23,00

2113 RM


Prezzo*: € 15,00 Inserisci nel carrello  Inserisci nel carrello

*Il prezzo si intende IVA inclusa

Descrizione


CRISTIANA DI GIORGI


2113 RM

STORIA DI DUE OPERATRICI DI CALL CENTER


Questo libro propone un’elaborazione personale della vicenda del più grande licenziamento collettivo degli ultimi venticinque anni in Italia, guardata con gli occhi di una operatrice di un call center romano.

2113 RM è il numero di matricola di Serena Gentili, il codice che contrassegna il suo badge in Almaviva Contact. Prima di essere un numero, Serena è una persona, una donna con alle spalle un matrimonio fallito, madre di una vivace adolescente. Sul posto di lavoro vive il dramma dell’apertura di una procedura di licenziamento collettivo. Determinata e ironica, si batterà per i principi in cui crede. Non cederà a un ricatto sociale accettando la lesione dei propri diritti, non piegherà la testa tollerando la riduzione di salario e il controllo ad personam. Incorrerà in un inevitabile licenziamento, con l’intento di preservare la propria dignità, per costruire un domani migliore per le nuove generazioni.

Contemporaneamente, dall’altra parte dell’Adriatico, a Tirana, la ventenne Jetmira associa l’assunzione al call center Albacall all’idea di libertà da un patriarcato secolare. Spostarsi dalla campagna per andare a lavorare in città, significa per lei emanciparsi, vivere “all’occidentale”. Serena e Jetmira attraversano fasi di età diverse, provengono da culture differenti, ma subiscono entrambe la discriminazione dell’essere donne. Le due protagoniste sono inconsapevolmente le opposte facce della stessa medaglia; quella della delocalizzazione del lavoro.



CRISTIANA DI GIORGI, sociologa attenta alle trasformazioni del mercato del lavoro, alle tematiche dell’universo femminile e all’integrazione tra diverse culture. È stata una delle tante voci di Almaviva Contact.


ISBN 978-88-98963-90-4

formato 14x21 cm

pagine 160

 

 

Leggi la recensione di Lavinia Bruno su globalist

http://www.globalist.it/letture/articolo/2018/04/17/almaviva-due-storie-di-vita-un-solo-sfruttamento-2022822.html

 

e quella di Monica Piccini su Donna Moderna

http://www.sensibiliallefoglie.it/recensione-donna-moderna.pdf

 



Prodotti correlati
ISTANTANEE DI FUGA
LA TENACIA E IL DESTINO
LA VIA CHE DANZA
Le ali dipinte
AVEVA UN DESIDERIO
Ce la farò a sopravvivere
COME IL BUE DI REMBRANDT
IL RITORNO
MAL DI LAVORO




Torna alla homepage




PIVA: 03917011003 | Uso dei cookies