• Nuovo

LE BOCCHE INUTILI

16,00 €
Tasse incluse

Autore: Alberto Gaino

Disponibile

 

Informazioni sulle spedizioni

  Informazioni sull'acquisto dei libri in pdf

(quando il libro è disponibile in versione pdf)

VECCHI E FRAGILI, PERSONE, NON CORPI

Da ricordi personali inizia e con un ricordo personale termina questo “viaggio” nella pandemia che ha riguardato i più fragili fra noi: vittime designate del virus, ma anche dei pregiudizi che ne hanno accentuato l’isolamento sociale dentro le strutture (Rsa, residenze psichiatriche, per disabili) su cui il Covid-19 ha sollevato la nebbia delle coscienze, svelandone la natura di luoghi di internamento: fragili quanto le persone – vecchi ma anche relativamente giovani – che vi vegetano, condannate ad essere solo corpi e non più persone. Le bocche inutili sono sempre esistite per la società dei “produttivi” e da una storia di metà 1500 sono stati tratti titolo e ispirazione per riaffermare la continuità dei processi involutivi dopo brevi periodi di svolta e speranza. Come furono il pensiero e l’azione di Franco Basaglia nell’ultimo scorcio del Novecento italiano. Emarginare e segregare le persone fragili è tornato rapidamente ad essere un impulso dominante, in una parola manicomiale. Nemmeno le Rsa dovevano esserlo e non lo furono al loro inizio: piccole, gestite da realtà legate al territorio e no-profit. Oggi tendono ad essere il contrario: sempre più grandi, organizzate con logiche imprenditoriali e finalizzate al profitto di chi vi investe (banche, industriali). Non vi si ritrova, salvo eccezioni orribili, la ferocia dei vecchi manicomi, ma l’ipocrisia di legare le persone al letto per “il loro bene” ne salda la componente di disumanità al risparmio di gestione. E, salvo esempi questa volta virtuosi, rappresentano un sistema iniquo e fragile. Come con il Covid si è visto, eccome. L’alternativa è investire il denaro pubblico, di tutti, nel ripartire dalle case, piccole comunità, da una rete sociale e sanitaria che ci riscopra persone e non corpi. La memoria aiuta e va valorizzata in questo percorso che attraversa, come nel libro, anche una memoria popolare dimenticata e che non è solo di sognatori, se lo indica anche la Chiesa di Papa Francesco, con chiarezza.

Alberto Gaino, 1951, giornalista professionista. Pubblicazioni: Falsi di stampa, sui processi di condizionamento dell’informazione (Edizioni Gruppo Abele, 2014), Il manicomio dei bambini (EGA, 2017), Il silenzio dell’amianto, sugli intrecci fra scienza e giurisprudenza (Rosenberg & Sellier, 2021).

Scheda tecnica

Formato
14X21 cm
Pagine
240
ISBN
978-88-32043-60-0
Prima edizione
2021

Potrebbe anche piacerti

BARELLE
Anteprima

BARELLE

Autore: Nicola Valentino

Prezzo 15,00 €