• Solo online

RECLUSIONE VOLONTARIA - PDF

0,00 €
Tasse incluse

Autore: Renato Curcio

Disponibile

 

Informazioni sulle spedizioni

  Informazioni sull'acquisto dei libri in pdf

(quando il libro è disponibile in versione pdf)

Quanto c'è di volontario in una  scelta volontaria?

All'origine di queste pagine c'è una domanda che l'autore si pone da quando, nel 1974, ha varcato la soglia di una prigione: cosa succede a chi si trova intrappolato in una situazione estrema?
Qui viene seguito il sentiero di quelle persone che, in tutte le epoche e in ogni lato del mondo, hanno scelto volontariamente di recludersi: dentro una grotta, un cubo di muri, un deserto, un bosco; o dentro un mondo di segni e di linguaggi solitari. La scelta della reclusione volontaria, come tentativo vitale di sottrarsi ad una qualche forma di reclusione esplicita o mascherata, è presente nella vita ordinaria di ciascuno; essa si mostra come la più totale accettazione e il più risoluto rifiuto della reclusione; come uno stato di coscienza doppio e dissociato. Chi volontariamente si reclude chiede al suo corpo di 'staccare', di andarsene dalle afflizioni indotte dal sistema relazionale che subisce e che non è in grado di cambiare; gli chiede di trovare in sé le buone energie per inoltrarsi in altre dimensioni dell'esperienza e della condizione umana. L'esito è consegnato, forse, ad un addestramento sottile che la cultura in cui viviamo sistematicamente scoraggia, all'esercizio di un ulteriore sdoppiamento che ci renda 'presenti' alle nostre identità dissociate, alle loro sacrosante ragioni ed ai loro limiti.

.

Renato Curcio, socioanalista, è direttore editoriale di Sensibili alle foglie

.

 

Scheda tecnica

Formato
14X21 cm
Pagine
134
ISBN
88-86323-94-8
Prima edizione
1997