LA PIETRA DEL RITORNO

12,00 €
Tasse incluse

Autore: Dino Frisullo 

Disponibile

 

Informazioni sulle spedizioni

  Informazioni sull'acquisto dei libri in pdf

(quando il libro è disponibile in versione pdf)

Dino Frisullo Rawshen, che non era nata nel duemila e altre voci dai reclusi del Kurdistan in Turchia 

Nel XXII secolo, secondo secolo dell’Era della Pace in Medio oriente, in un sereno pomeriggio d’estate dalle acque del Tigri riaffiora una pietra scolpita e pulsante, viva. Incisa da un palestinese molto, molto tempo prima. E fra le rovine del carcere speciale di Diyarbakir, la Pietra del Ritorno riporta alla memoria di Rawshen e Ridvan, ragazzi kurdi vissuti due volte, l’orrore dell’Era della Tortura… Oscillando fra tragedie del passato e speranza di futuro, il racconto di Dino Frisullo riconduce alle responsabilità del presente, di fronte all’universo concentrazionario rimasto intatto in Turchia a partire dal colpo di stato del 1980. Quando decine di migliaia di giovani kurdi e turchi, come in Cile e in Argentina, furono internati per essere torturati e sepolti vivi – o morti. Le loro voci di denuncia e di speranza, fatte disegno e poesia e affidate ad un’antologia semiclandestina inedita in Europa, sono tradotte nella seconda parte di questo libro, insieme ai nomi di una parte degli oltre diecimila prigionieri di coscienza tuttora reclusi ed ai progetti per rompere la loro segregazione, aiutare le loro famiglie, avvicinare il tempo dell’amnistia e della liberazione. L’era della pace, appunto, che non sarà possibile finchè non crolleranno il muro del silenzio complice del mondo e le mura di quelle prigioni. 

Dino Frisullo, giornalista e operatore sociale nato a Foggia nel 1952, ha vissuto tra la Puglia e l'Umbria prima di stabilirsi a Roma. Il suo impegno nelle Associazioni Senzaconfine, Al Ard, Azad e nelle reti dell'antirazzismo e della solidarietà lo ha condotto nei luoghi della guerra e del razzismo, dalla Palestina alla Bosnia, ai ghetti d'Italia e d'Europa, e infine nel 1998 in quella prigione di Diyarbakir dove, primo europeo prigioniero per motivi di opinione in Turchia, ha imparato ad amare il popolo kurdo.

Sulla questione kurda ha pubblicato Se questa è Europa (Odradek 1999) e ha tradotto e curato Kurdistan di Namo Aziz (Manifestolibri 2000)

Scheda tecnica

Formato
14X21 cm
Pagine
128
ISBN
88-86323-66-2
Prima edizione
2000

Potrebbe anche piacerti

LA TANA DELLA IENA
Anteprima

LA TANA DELLA IENA

Autore: Hassan Itab

A cura di Renato Curcio

Prezzo 10,00 €
DIETRO I FRONTI
Anteprima

DIETRO I FRONTI

Autrice: Samah Jabr

Traduzione di Alberto Tognola

Adattamento a cura di Alexandra Dohls con la coordinazione di Hernan Mazzeo

Prezzo 13,00 €