STORIE PARTIGIANE

16,00 €
Tasse incluse

Autore: Andrea Gaetangelo Grassia

Disponibile

 

Informazioni sulle spedizioni

  Informazioni sull'acquisto dei libri in pdf

(quando il libro è disponibile in versione pdf)

Letteratura e memorialista della Resistenza

Questo libro propone un percorso critico-analitico attraverso alcuni romanzi più o meno direttamente appartenenti alla narrativa sulla Resistenza. Nella prima parte sono presentati De profundis di Satta, L’Agnese va a morire della Viganò, I piccoli maestri di Meneghello e L’ora del ritorno di Tassinari. La seconda parte è dedicata alla scrittura di Renato Romagnoli, partigiano gappista bolognese. La riflessione sul rapporto tra individuo e società, tra l’azione individuale e i fatti storici emerge pressante dagli scritti degli autori presi in esame. I loro romanzi mettono in evidenza il rapporto fra esperienza diretta, memoria e scrittura. Con stili e caratteristiche del tutto peculiari e perciò differenti, ci restituiscono l’esperienza resistenziale e ciò che ha significato per chi l’ha vissuta, a partire dalla messa in discussione del potere e dell’autorità e, più in generale, della politica, ripensata e partecipata direttamente. L’Autore sottolinea il carattere altamente formativo della Resistenza, in quanto processo storico-politico popolare e di massa. La letteratura resistenziale perciò possiede sempre una carica civile, che invita i cittadini a prendere parte attivamente, con le proprie idee e azioni, alla gestione della vita collettiva.

Andrea Gaetangelo Grassia, nato a Termoli (CB) nel 1988, dopo aver conseguito la laurea triennale a Urbino, si è laureato in lettere all’Università di Bologna con una tesi dal titolo: “Percorsi tematici e letterari tra narrativa e memorialistica della Resistenza”. Vive e lavora a Bologna.

Scheda tecnica

Formato
14X21 cm
Pagine
144
ISBN
978-88-98963-03-4
Prima edizione
2014

Potrebbe anche piacerti