IL SERVIZIO SOCIALE: STORIA, RICORDI, PENSIERI

15,00 €
Tasse incluse

Autore: Giuseppe Certomà

Disponibile

 

Informazioni sulle spedizioni

  Informazioni sull'acquisto dei libri in pdf

(quando il libro è disponibile in versione pdf)

Il servizio sociale: storia, ricordi, pensieri. Viaggio alla ricerca di una traccia

Questo mio libro è nato dalla mia anima che ha avvertito il bisogno di svelare i suoi pensieri più segreti, più misteriosi e più intimi. L’anima pur non rivelando tutta la profondità del suo logos mi ha detto: "tu non sei una passione inutile, ma una canna pensante e nell’ambito del tuo lavoro professionale devi, attraverso la storia, il ricordo e la meditazione, costruirti un tuo progetto e una tua identità". Questa opera, che comprende pensieri, ricordi e alcuni dialoghi, assume il significato di una riflessione sull’attività dell’assistente sociale e sulle responsabilità che ne conseguono, per le sue scelte e per le sue azioni. Il servizio sociale non è un sapere teorico, ma l’esercizio di un’arte etico-politica che affronta in modo creativo i problemi della vita. Per meglio dire: il Servizio sociale coincide con la vita perché affronta in modo in modo concreto i problemi della morte, dell’angoscia, della solitudine e del dolore. Il libro si sofferma in particolar modo sul dolore perché il dolore è il luogo dell’intervento sociale. Nel luogo del dolore l’assistente sociale ascolta il grido della carne che ha fame, sete e freddo. L’assistente sociale che si prende cura della sofferenza dell’Altro aiuta l’Altro a generare se stesso. Ossia il télos dell’assistente sociale è un agire volto ad aiutare gli altri ad aiutare se stessi. Il servizio sociale è, dunque, l’arte etico-politca del saper fare, ed il vero saper fare è il saper fare il bene.

Scheda tecnica

Formato
17x24 cm
Pagine
248
ISBN
88-86323-79-4
Prima edizione
2002

Potrebbe anche piacerti